Quando si vedono ballare gli altri, sembra tutto facile.

Un passo, una giravolta, un colpo d’ anca…

img_4474web

Cosa ci vuole?

Poi andiamo davanti allo specchio di casa per provare i primi passi e scopriamo che non è così semplice.
Eppure vi assicuro che in poco tempo si possono raggiungere ragionevoli risultati.

Tutti possono farcela e in più si sta in forma, ci si diverte e si fanno nuove amicizie.

Iniziando dai balli Caraibici a suon di Salsa, Bachata e Merengue, che hanno un ritmo decisamente molto coinvolgente, cominciamo
ad imparare a muoverci. Possiamo ballarli sia in coppia sia da soli, ci sono vari stili, ma per la Salsa il più in voga è sicuramente il N.Y. Style.

Stile elegante che però nulla toglie al fascino della Salsa Cubana, che al contrario è considerata “da strada” e peraltro divertentissima.

Con la Danza del Ventre, affiniamo la sensualità.

Vogliamo parlare del Tango Argentino? (anche lui non particolarmente difficile)…

Ballo che lascia spazio alla passione, all’eleganza e all’interpretazione. E’ fatto di passi, pause, sguardi, per questo è così sensuale.

Per i più scatenati Hip Hop e Breack Dance sono decisamente l’ideale.


E allora cominciamo!!!

Quando si inizia a ballare, sembra impossibile riuscire a coordinare i movimenti delle braccia con quelli delle gambe, ma questi vengono con l’allenamento. Si, perché il ballo è come un linguaggio composto di “parole” che solo in una fase successiva si mettono insieme. Si deve ovviamente iniziare dalle cose semplici.

Si ma… allora?

Prima di tutto mettiamo il nostro cd preferito e prendiamo confidenza con il nostro corpo.
Tutto il giorno camminiamo, e allora facciamolo a suon di musica, facciamoci coinvolgere dalla musica e liberiamo il nostro corpo dalle inibizioni quotidiane. Se camminassimo all’indietro ad esempio, mettiamo i piedi nell’esatta posizione da adoperare per ballare i caraibici (avan-piede – piede piatto).

Vogliamo sciogliere i fianchi?

Ballando sul posto, con le gambe alternativamente piegate, proviamo a far ruotare il bacino verso destra e sinistra.

Vogliamo ballare in coppia?

Salsa, bachata e merengue si ballano meglio in coppia e…credetemi,  preferibilmente con qualcuno che non si conosce.
Ballando con mariti o fidanzate, si finisce sempre per litigare, soprattutto all’inizio, si tende ad addossare all’altro la colpa dei propri errori o a
correggerlo quando ancora non abbiamo imparato le prime lettere dell’alfabeto.
Se invece non c’è confidenza, si è più autocritici, e si tende a farsi realmente guidare senza fermarsi ogni due minuti.

img_4478web img_4479web

I balli di gruppo o di animazione?

Molto adatti a chi non vuole ballare in coppia, o a chi non ha e non vuole un compagno di ballo, a chi vuole far vibrare il proprio corpo senza nessuno che la/lo tenga imponendogli cosa fare. E’ divertentissimo ritrovarsi a fare gli stessi moviventi, nello stesso momento, ma interpretandole ognuno con il proprio stile.

Tutto ciò è applicabile dai 4 anni a… finchè ce la si fa, quindi, qualsiasi età abbia, tu che stai leggendo questo articolo, non ci pensare non è mai troppo tardi per imparare, non è mai troppo tardi per avere voglia di divertirsi.


La prima lezione è sempre di prova gratuita e senza impegno e quindi si ha tutto il tempo di cimentarsi in ogni ballo e poi decidere da quale iniziare.

Bene … che fai ancora davanti al computer, corri a scuola ad imparare!

Ti aspetto!!!


 Il ballo come terapia di gruppo

img_4582webTanti di noi forse non si sono mai soffermati sul vero significato dell’iscriversi ad un corso di ballo.
Le proprietà del ballo sono decisamente terapeutiche dal punto di vista psicologico e psico-fisico.
Chi è introverso trova modo di conoscere nuove persone e con loro instaurare a volte anche rapporti di profonda amicizia, o magari “solamente” (scusate se è poco) incontrare nuovi amici con i quali condividere una passione, rimasta repressa perché la “solita compagnia” non ama il ballo.  C’è altra gente che odia stare in palestra in compagnia di una “scheda” che gli dica quali movimenti compiere per mettere in movimento il corpo, e preferisce
fare movimento insieme ad altre persone… magari a suon di musica allegra e coinvolgente, o sensuale e appassionante. Ci sono persone timide e introverse che scoprono un nuovo modo di stare insieme, anziani che riscoprono una seconda giovinezza, altri che cercano un’oasi per evadere dai problemi del lavoro, della famiglia, di salute, dal logorio della vita, ed altri ancora che si appassionano al punto tale da voler intraprendere la professione di Insegnante di ballo. Per ognuno di noi esiste un buon motivo per volersi introdurre in un corso di ballo, basta solo il coraggio di entrare a scuola e chiedere informazioni e, se troverete l’ambiente “giusto”, tutto il resto accadrà da sé.

Ballare per star bene con se stessi e con gli altri!

 

 

 

 

 

 



Seguici su: